Tram a Bologna e Passante

Tram a Bologna e Passante bloccati? La replica del sindaco Matteo Lepore

Da mesi sono molte le proteste in merito al Passante di Bologna e non sembrano essere finite. Ora arrivano anche le critiche per la linea tram che dovrebbe collegare Borgo Panicale con Fico. Secondo il deputato di Fratelli d’Italia, Galeazzo Bignami, il progetto della linea rossa va bloccata immediatamente in quanto dannosa per la città.

A detta del politico, nonostante i lavori siano già stati finanziati, è fondamentale lo stop perché potrebbero intensificare il traffico danneggiando così chi abita e lavora in zona. Lo stesso Bignami ha attaccato duramente il sindaco Matteo Lepore, reo di buttare al vento altri soldi pubblici dopo quelli spesi per il People Mover.

Il People Mover è il servizio della monorotaia aeroporto-stazione di Bologna, con due navette in partenza ogni ogni 15 minuti. Solo qualche settimana fa gli esponenti di Fridays For Future hanno chiesto la sospensione e la conseguente attivazione di un “sistema di trasporti gratuito e potenziato”. Ha replicato il primo cittadino alle accuse di Bignami:

Bologna merita rispetto, noi siamo disponibili a lavorare con il governo. Il ministro Salvini? Gli ho fatto gli auguri di buon lavoro. Sarà importante incontrarlo, perché sulle infrastrutture la nostra città è centrale. […] Il muro contro muro fa male alla città, il dialogo per il bene comune ci porta nella giusta direzione. Il tram è già stato dato in appalto e nei prossimi mesi partiranno i cantieri.

Passante di Bologna: le novità

A detta di Lepore mentre i lavori per il tram a Bologna non si possono fermare, in quanto appalto del Comune e non opera di Stato, sono previste delle modifiche al progetto del Passante. Possibili nuove coperture e nuovi parchi. I cittadini continuano a esprimere il loro disaccordo nonostante si tratti della prima infrastruttura autostradale in Europa ad aver ottenuto il riconoscimento Platinum sull’innovazione e la sostenibilità.

Solo pochi giorni fa 30mila persone hanno organizzato il corteo “Convergere per insorgere” contro il Passante. Un’opera che potrebbe peggiorare ulteriormente la situazione già abbastanza critica dell’inquinamento atmosferico. Assemblea No Passante, GKN, Rete per la Sovranità Alimentare e Fridays for Future hanno organizzato la manifestazione e lottano ogni giorno per migliorare la situazione ambientale a Bologna e nelle zone limitrofe al capoluogo emiliano.