tramvia Firenze

Tramvia Firenze: al via i lavori per il nuovo tracciato Fortezza-Libertà-San Marco

Dopo lunghe trattative finalmente arriva l’ok per l’avvio dei lavori che riguarderanno la costruzione del nuovo tracciato della tramvia Fortezza-Libertà-San Marco a Firenze. Due sono le notizie.

Una riguarda l’inizio dei lavori, per i quali esiste una data fissata prima della fine di luglio 2022 e già dal 18 al 22 luglio, partiranno i cantieri. L’altra invece riguarda la fine dei lavori. Se inizialmente si sperava ad un termine per Natale 2023, quest’obbiettivo slitta e si va a febbraio 2024, ovviamente se tutto filerà liscio.

Tramvia Firenze: lavori al via, i costi del progetto

Firenze in questo periodo sta attraversando una fase non facile per quanto riguarda il traffico e i cantieri, sia quelli attivi sia quelli che devono partire. Tre mesi di trattative per trovare un accordo con le ditte interessate ai lavori, perché il problema sono i prezzi lievitati. Finalmente a inizio settimana Palazzo Vecchio ha approvato il nuovo contratto che stabilisce delle metodologie di calcolo aggiornate per i singoli pezzi dell’appalto.

Il progetto per la nuova tratta della tramvia a Firenze prevede un costo totale di circa 55 milioni di euro. Questa cifra però è destinata a salire e la causa sono sempre i prezzi in continuo aumento: quello dell’energia, dei materiali e delle materie prime. Con il contratto finale siglato si è voluto mettere dei paletti ben chiari, come per esempio il fatto che i maggiori costi, che il Comune riconoscerà alle ditte, saranno relativi ai prezziari aggiornati al semestre di lavorazione effettiva.

Il nuovo tracciato della tramvia

I tram potranno trasportare i cittadini sul nuovo tracciato Fortezza-Libertà-San Marco a doppio binario lungo 2,5 km e ha 6 fermate. Il percorso nasce dal bivio di Viale Strozzi, percorre Viale Lavagnini nel mezzo e arriva in Libertà. Da qui il binario è unico lungo Via Cavour, poi San Marco con uscita da La Pira-Lamarmora e ritorno in Libertà. Prosegue ricongiungendosi al doppio binario di Matteotti.