bus rosso

Turismo sostenibile: con i bus rossi alla scoperta dei luoghi meno frequentati

Arrivano in città i bus rossi di City Sightseeing Firenze, pronti per partirei per un tour alla scoperta dei luoghi meno noti e frequentati dal turismo di massa, ma pur sempre meritevoli di essere conosciuti per la loro bellezza. Un itinerario dunque “alternativo” che toccherà siti come la Certosa, Villa Fabbricotti, il Museo Stibbert, Museo del Calcio, i giardini del Parnaso e in estate anche le Cascine.

Bus rossi Firenze: il progetto

Si tratta di un progetto di turismo sostenibile nato dalla collaborazione tra gli assessorati al Turismo e alla Mobilità del Comune di Firenze con City Sightseeing Firenze. Si prevedono anche agevolazioni per le famiglie i più giovani di Firenze e dell’area metropolitana. I nuovi percorsi che percorreranno i bus rossi presentati a Palazzo Vecchio dagli assessori Cecilia Del Re (Turismo) e Stefano Giorgetti (Mobilità) e dal presidente di City Sightseeing Stefano Bonora e dall’amministratore delegato Fabio Maddii.

Gli itinerari dei bus rossi toccheranno mete al di fuori del centro storico, per arrivare nei quartieri e in posti meravigliosi come la Certosa del Galluzzo, il museo del Calcio a Coverciano, il museo Stibbert.

Quali sono i percorsi dei bus

I percorsi si articoleranno nelle due linee A e B, come ha spiegato l’assessore Giorgetti:

La linea B collega luoghi d’interesse in zone più esterne della città, la linea A si sviluppa ai margini del centro storico transitando sui viali e che può contare anche su una nuova fermata in zona stazione di Santa Maria Novella. Si trova vicino al parcheggio del kiss&ride lato Palazzina Reale: i mezzi non attraversano la piazza ma arrivano da via Fiume per poi tornare sui viali.

Dunque il nuovo percorso della linea B, operativo da maggio, andrà ad affiancare la linea A riattivata dal primo aprile scorso, dopo due anni di stop imposto dalla pandemia. Il percorso è concepito per esaltare tutti quei luoghi che di solito non fanno parte degli itinerari turistici tradizionali. Spesso sono infatti difficili da raggiungere per la loro posizione. Lo scopo è valorizzare questi luoghi per la loro importanza dal punto di vista culturale, artistico, storico e paesaggistico della città.

La nuova linea B sarà operativa tutti i giorni della settimana dalle ore 10.00 alle ore 19.00 circa. Con il il biglietto famiglia al prezzo speciale di 10 euro, possono viaggiare per un’intera giornata fino a quattro persone.