Vespa orientalis

Vespa orientalis, l’allarme a Roma: rischio invasione nelle scuole

Se negli ultimi due anni il settore scolastico ha già risentito molto della pandemia e della DAD, non sembrano arrivare buone notizie nemmeno per la riapertura delle scuole a settembre. Almeno per quanto riguarda gli istituti romani. Pare che la vespa orientalis, che da qualche mese ormai è arrivata a Roma, possa aver invaso le scuole della Capitale in questi due mesi di chiusura.

Dall’inizio dell’estate ad oggi gli avvistamenti si sono moltiplicati, visto che le alte temperature e la condizione dei rifiuti in strada non hanno di certo aiutato questa situazione. I quartieri interessati sono quelli di:

  • Boccea;
  • Monteverde;
  • Prati;
  • Centocelle;
  • Quadraro;
  • Cinecittà;
  • Casilina;
  • La Rustica.

Secondo quanto ha raccontato l’etologo Andrea Lunerti a La Repubblica il peggio deve ancora arrivare:

Le scuole non sono frequentate da giugno. C’è la possibilità che la vespa orientalis abbia approfittato per nidificare. È fondamentale effettuare un accurato controllo prima del riavvio dell’attività didattica. La raccolta ora che i romani stanno rientrando dalle vacanze deve necessariamente funzionale. E non è polemica, ma la verità. Altrimenti la città si ritroverà invasa da queste vespe.

Vespa orientalis: perché è così pericolosa

La vespa orientalis è una sorta di calabrone più aggressivo e velenoso di quello che conosciamo. È diverso in quanto ha una tinta uniforme e rossiccia, con una macchia gialla sull’addome e sulla testa. Questo animale non è rischioso solo per gli uomini, ma anche per le api, visto che attacca gli alveari, distruggendoli.

Questo insetto è così pericoloso che il Campidoglio e la Protezione civile – insieme a Ispra e AMA – hanno deciso di mettere a disposizione un numero verde 800854854 per segnalare la presenza di questa specie. In caso di avvistamento il consiglio è quello di non agire in autonomia, ma proprio di chiamare questo numero per far sì che persone specializzate possano occuparsi del caso.