Vietati i botti di Capodanno per la salute di cittadini, animali e ambiente

Milano continua il suo impegno per tutelare la qualità dell’aria ma non solo. Anche quest’anno in accordo con il “Regolamento per la qualità dell’aria”, approvato dal Consiglio comunale lo scorso anno, saranno vietati i botti di Capodanno.

Il divieto nasce dalla volontà di sensibilizzare i cittadini sui temi della sicurezza e della tutela della salute individuale, degli animali e dell’ambiente. Il divieto infatti comprende tutti i tipi di dispositivi che provocano forti botti sonori compresi i fuochi d’artificio, petardi, giochi pirotecnici e barbecue che secondo la tradizione si utilizzano per salutare l’arrivo del nuovo anno.

Secondo l’assessora all’Ambiente e Verde Elena Grandi: “l’esplosione di fuochi d’artificio e botti è particolarmente dannoso e rilascia diverse sostanze nocive in quantità massicce come potassio, stronzio, bario, magnesio, alluminio, zolfo, titanio, manganese, rame, cromo e piombo. Oltre al meteo e alle misure antismog strutturali o temporanee, anche i comportamenti individuali concorrono al miglioramento della qualità dell’aria cittadina”.

Anche secondo i dati riportati dal WWF, ogni anno in Italia muoiono diverse migliaia gli animali, proprio a causa dei botti di Capodanno. Si tratta di fauna urbana, soprattutto uccelli, ma anche cani, gatti e altri animali domestici. Questi animali in preda al terrore, vagano per strada con il rischio di essere coinvolti in incidenti stradali.