Villa Lonati e Museo Botanico

Villa Lonati e il Museo Botanico, visita straordinaria sabato 21 ottobre

Villa Lonati, la storica sede del Settore Tecnico Arredo Urbano e Verde del Comune di Milano e il Museo Botanico Aurelia Josz apriranno in via straordinaria sabato 21 ottobre.  L’accesso sarà consentito a partire dalle 15 e saranno prenotabili anche le visite guidate per le curiosità su questa dimora che, a partire dal ‘400, ha ospitato diverse famiglie nobiliari. Previsti anche i laboratori.

Villa Lonati è un luogo di grande fascino, un piccolo deserto urbano, un rifugio per specie tropicali, una zona di piante amiche dell’acqua con serre e giardini. Un’oasi per la biodiversità e gli equilibri della natura che grazie agli incontri, ai percorsi educativi, ai laboratori sulla flora e il suo habitat permette agli appassionati di botanica di entrare in un mondo fantastico.

Villa Lonati e il Museo Botanico Aurelia Josz sono veri e propri ‘musei vegetali’, laboratori, luoghi di cultura e coltura del verde, vitali e ricchi di ‘collezioni’ da scoprire tra piante rarissime, grani antichi e varietà provenienti da altri continenti. Gioielli ancora poco conosciuti che invito a visitare in queste giornate speciali – afferma l’assessora all’Ambiente e Verde Elena Grandi – Ringrazio i lavoratori e le lavoratrici, i nostri tecnici, gli agronomi e i paesaggisti che da anni vi dedicano tempo e passione; e ringrazio anche i tanti volontari e volontarie (che vorremmo fossero sempre di più) che hanno permesso di aprire al pubblico contemporaneamente il MuBAJ e Comunemente Verde. Sto lavorando affinché questi spazi siano sempre più parte di un unico progetto teso a farne il centro di quella che in Francia si chiama ‘main verte’ (pollice verde): un luogo di propagazione, conoscenza, progettazione, educazione, ma anche di supporto e consulenza per chiunque abbia a cuore il verde cittadino, la biodiversità, la cura del verde, l’educazione alla natura.

Villa Lonati, cosa accadrà sabato 21

La Villa si trova a Nord di Milano, davanti all’Ospedale Niguarda ingresso sud. Visitabile di norma tutti i mercoledì dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 16 permette la conoscenza di:

  • piante officinali provenienti da tutto il mondo;
  • agrumi e pelargoni odorosi (sezione dell’ombrato dedicata ai colori ed ai profumi);
  • piante di ambienti desertici;
  • piante acquatiche e di ambienti palustri.

La serra ha anche scopi didattici e mette in mostra gli esemplari vegetali che crescono nei diversi strati delle foreste pluviali.

Sabato 21 ottobre dalle 16 alle 18, grazie alla partecipazione del pedologo Davide Abu El Khair (Dipartimento di Scienze dell’Ambiente e della Terra dell’Università degli studi di Milano-Bicocca), verranno messe a dimora giovani piantine; un’occasione ludico-didattica per riflettere sull’importanza del suolo e delle piante.

Nella medesima fascia oraria con i volontari e le volontarie del Patto di Milano per la Lettura, reading per grandi e piccini sul tema Storie di terra e semi.
All’aperto si potranno poi ammirare le opere site-specific realizzate dagli studenti e dalle studentesse dell’Accademia di Belle Arti di Brera.

Per le prenotazioni scrivere a museo.botanico@comune.milano.it, ingresso al MuBAJ da via Rodolfo Magaria 1.