Vini Selvaggi a Roma: dal 26 al 28 giugno la fiera per bere naturale

Vini Selvaggi a Roma: dal 26 al 28 giugno la fiera per bere naturale

Vini Selvaggi è la fiera di vini naturali che andrà in scena dal 26 al 28 giugno 2021 alla Città dell’Altra Economia a Roma (zona Testaccio) dalle ore 11:00 alle ore 20:00 (il 28 l’ingresso sarà riservato ad operatori del settore ho.re.ca. – ristoranti, distributori ed enoteche – dalle 10:00 alle 14:00).

Si tratta di una manifestazione con più di 400 vini in degustazione libera ed oltre 60 banchi di assaggio provenienti dall’Italia, dalla Spagna, dalla Francia, dalla Slovenia e dalla Repubblica Ceca. Tre giornate per degustare i vini di produttori tra i più interessanti nel sottobosco dei produttori naturali.

Il programma

“Vini selvaggi – si legge in una nota diffusa dagli organizzatori – vuole promuovere la conoscenza di un nuovo modo di bere, responsabile e autentico, basato sull’impegno dei piccoli produttori vitivinicoli il cui comune denominatore è la vinificazione naturale e l’attenzione per un’agricoltura sostenibile. La vinificazione naturale non fa ricorso a manipolazioni, all’aggiunta di additivi e a nessuna di quelle tecniche usate nell’enologia convenzionale. Le uve sono raccolte a mano e provengono da vigneti sani, secondo i principi dell’agricoltura biologica e biodinamica”.

L’accesso sarà regolato attraverso l’acquisto di un pass giornaliero che darà diritto alla degustazione libera di tutti i vini presenti in fiera al costo di 20 euro in prevendita e 30 euro con l’acquisto direttamente in loco. Saranno previsti dei gazebo parasole per proteggere dal sole ed eventuali eventi atmosferici (quindi l’evento andrà in scena anche in caso di pioggia). Ecco l’elenco degli espositori:

  • Ruvido (Abruzzo),
  • Mormaj (Abruzzo),
  • McCalin (Abruzzo),
  • Le Quattro Volte (Calabria),
  • Cantina Jerax (Calabria),
  • Masseria Starnali (Campania),
  • Enoz Wine (Campania),
  • Podere Pradarolo (Emilia Romagna),
  • Filarole (Emilia Romagna),
  • Il Poggio Andrea Cervini (Emilia Romagna),
  • Distina (Emilia Romagna),
  • Podere Magia (Emilia Romagna),
  • Saccomani (Emilia Romagna),
  • La Villana (Lazio),
  • Il Vinco (Lazio),
  • Corvagialla (Lazio),
  • Ribelà (Lazio),
  • Terracanta (Lazio),
  • I Chicchi (Lazio),
  • Poggio Bbaranello (Lazio),
  • Regina del Quartuccio (Lazio),
  • Distillerie Capitoline (Lazio),
  • Terre della Luna (Liguria),
  • VNA Wine (Lombardia),
  • Ca Sciampagne (Marche),
  • Bera (Piemonte),
  • I Versanti (Piemonte),
  • Carussin (Piemonte),
  • Rocco di Carpeneto (Piemonte),
  • Cascina La Signorina (Piemonte),
  • Loco (Puglia),
  • Abbazia San Giorgio (Sicilia),
  • Francesca Barracco (Sicilia),
  • Ferracane (Sicilia),
  • Sallemi (Sicilia),
  • Virà (Sicilia),
  • Emilio Sciacca (Sicilia),
  • Criante (Sicilia),
  • La Maliosa (Toscana),
  • Podere Luisa (Toscana),
  • Casa Raia (Toscana),
  • Sequerciani (Toscana),
  • Tenute Barone Campanino (Umbria),
  • Tenuta L’Armonia (Veneto),
  • Calalta (Veneto),
  • Insolente (Veneto),
  • La Perdida (Galizia, Spagna),
  • Bodega Roberto Regal (Galizia, Spagna),
  • Vinos Ambiz (Sierra de Gredos, Spagna),
  • Raul Calle Diaz (Sierra de Gredos, Spagna),
  • Vinyes Singulars (Catalogna, Spagna),
  • Clot de les Soleres (Catalogna, Spagna),
  • Les Grandes Vignes (Loira, Francia),
  • Domaine Bonnardot (Borgogna, Francia),
  • Stekar (Brda, Slovenia),
  • Plener (Moravia, Czech).