Piazza Dante a Napoli

ZTL Dante addio: revocata fino a data da destinarsi

A Napoli la ZTL Dante è stata ufficialmente cancellata. Gli assessori Antonio De Iesu, Edoardo Cosenza e Teresa Armato hanno chiesto al sindaco Gaetano Manfredi una “revoca provvisoria dei varchi Ztl di piazza Dante e di rimodulazione del perimetro della Ztl Tarsia-Pignasecca-Dante”.

Ricordiamo che da qualche settimana la notizia della riapertura della ZTL Dante aveva suscitato molto scalpore tra i cittadini napoletani e soprattutto tra alcuni politici. In realtà i varchi di controllo degli accessi di via Toledo, altezza via dei Pellegrini, in direzione via Pessina, e di piazza Dante, in direzione via Toledo, sono inattivi già da tempo.

A causa della pandemia la ZTL in questione era stata sospesa. Tuttavia era prevista la riattivazione in fase di pre-esercizio dal 15 settembre per poi entrare in vigore il 1° ottobre. Il Comune di Napoli ha poi posticipato la data ed ora sembra aver preso una ulteriore decisione fondamentale.

ZTL Dante addio: la petizione degli ambientalisti

Federazione italiana ambiente e bicicletta, Legambiente, Greenpeace, WWF, Verdi Ambiente e Società e altre associazioni hanno lanciato una petizione per la riapertura della ZTL Dante. Inoltre anche una diffida nei confronti del primo cittadino affinché “non assuma decisioni che portino alla revoca della Ztl con la conseguente eliminazione degli impianti che ne rendono possibile l’esercizio”.

La decisione però ormai sembra essere presa. In questo modo secondo Nino Simeone, presidente commissione Mobilità e infrastrutture, si avrà meno traffico nella zona di piazza Dante e una minor quantità di CO2 nell’aria, con buona pace di tutti colori che se n’erano lamentati. Resterà invece attiva la Ztl Tarsia-Pignasecca-Dante con rimodulazione perimetrale.

Anche commercianti ed operatori turistici avevano invocato la cancellazione. Qualcuno tirerà in ballo la questione in futuro? Sicuramente non prima che finiscano i lavori della metro Linea 1 che porterà ad un aumento del trasporto pubblico locale connesso alla messa in esercizio delle nuove vetture.