Firenze

Ztl Viola a Firenze, i residenti di Campo di Marte la vogliono subito

L’idea di una Ztl Viola intorno all’area dello stadio Franchi a Firenze si consolida. Dopo le prime manifestazioni di interesse partite dai residenti della zona poco tempo fa, gli stessi cittadini tornano a sollecitare Palazzo Vecchio.

I cittadini in questi giorni si stanno mobilitando, anche grazie all’aiuto dei social, per chiedere l’attivazione immediata della Ztl. Una soluzione questa che basterebbe ad arginare il caos del traffico e i parcheggi selvaggi che si moltiplicano in occasione delle partite di calcio, i mercati, i concerti e le manifestazioni di richiamo.

Ztl viola Firenze: perché attivarla subito

Poco tempo fa avevamo segnalato come i residenti del Quartiere 2 di Firenze, chiedono già da tempo l’attivazione della zona a traffico limitato nell’area dello stadio Franchi. Adesso grazie anche alla creazioni di un gruppo Facebook chiamato “Zona Franca per il Franchi”, i cittadini si sono organizzati per presentare una lettera che ha raccolto già una cinquantina di firme.

Chi vive nelle strade intorno allo stadio si lamenta da sempre per l’elevato numero di macchine che arrivano da fuori, in occasione dei grandi eventi che coinvolgono tutta la zona circostante. Spesso sono macchine parcheggiate male che ostacolano il passaggio o l’uscita dai parcheggi privati, come dichiarato per esempio Giada una signora che abita in via Frusa:

In occasione dell’ultima partita del rugby ho dovuto rinunciare a un appuntamento fortunatamente non importante con il pediatra per i miei figli perché la nostra macchina era stretta da tre motorini e non riuscivamo a uscire. A pochi passi chi doveva controllare non l’ha fatto.

Il Quartiere 2 è dunque pronto a portare avanti le richieste dei cittadini attraverso la voce del Presidente del Consiglio di Quartiere Michele Pierguidi. Quello che interessa è che la Ztl viola venga attivata immediatamente, senza aspettare il 2026 quando saranno ultimati il lavori per il parcheggio da 2.500 posti in via Campo d’Arrigo.